Ad oggi i momenti in cui utilizziamo un ciclo frigorifero nella nostra giornata sono molti più di quelli che pensiamo.

Non è necessario allontanarsi dalla quotidianità, basti pensare infatti alla conservazione di cibi, al campo del trasporti refrigerati per farmaci o alimentari, alle tecniche in campo estetico e della crioterapia, ai processi industriali o ai moderni sistemi di condizionamento dell’aria all’interno delle nostre abitazioni.

Il funzionamento di impianti di condizionamento

Il funzionamento degli impianti di condizionamento ha naturalmente origine nella termodinamica, nella fisica e nella chimica che però non prendiamo in considerazione in questo articolo essendo argomenti particolarmente complessi. 

Analizziamo invece come sia possibile riuscire a produrre freddo o, per meglio dire, come sottrarre calore ad un corpo o fluido.

Il funzionamento di questi impianti è proprio questo infatti, sottrarre calore ad un fluido, generalmente acqua o aria, sfruttandolo in concomitanza ad un gas refrigerante che evapora mediante le sue caratteristiche chimico-fisiche.

Il suo funzionamento nel dettaglio

Il vapore del gas refrigerante viene compresso da un apposito compressore, che lo spinge ad alta pressione e temperatura all’interno di un condensatore.

In questa fase del processo, il gas refrigerante cede il suo calore al fluido circostante e si condensa, passando dallo stato gassoso a quello liquido ad alta pressione.

Successivamente, uscendo dal condensatore, il gas passa attraverso un organo di laminazione dal quale esce il liquido a bassa pressione, pronto per la fase successiva. Qui il liquido a bassa pressione entra in un evaporatore che, assorbendo il calore dal fluido circostante, ne abbassa la temperatura ed evapora, per poi dirigersi nuovamente al compressore. Il ciclo si ripete.

Queste sono le nozioni di base da conoscere riguardo il funzionamento degli impianti di condizionamento che al giorno d’oggi troviamo nella gran parte di attività, sia per il benessere della persona, sia per la salubrità dei prodotti trasportati.

Per maggiori informazioni, o per richiedere la nostra consulenza, non esitate a contattarci cliccando qui!

Cookie Policy -  Privacy Policy